Occupazione: Avvocato Imprenditore #1

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Professione: Avvocato Imprenditore – La definizione della sua offerta – #1

In occasione di una serie di articoli, Maître Chloé Schmidt-Sarels, utente di Jarvis Legal, ci racconta la sua visione dell’avvocato, un imprenditore soprattutto. 

avocat entrepreneur

Presentazione e introduzione del Maestro Chloé Schmidt-Sarels.

Dopo la laurea in CAPA nel 2012, non avevo alcun desiderio di esercitare la professione di avvocato. Così ho iniziato la mia carriera professionale come responsabile legale di una start-up.

Dopo un’esperienza molto arricchente, un bisogno di autonomia e una certa nostalgia per il diritto pubblico mi hanno portato a stabilirmi come avvocato liberale.

Ma cosa fare? Dato che non sono mai passato attraverso la scatola della collaborazione, ho avuto ancora questa folle idea di creare un’attività in proprio.

I pochi stage che avevo fatto durante i miei studi a Parigi erano ben lontani da quello che mi aspettavo come nuovo avvocato in una città che si potrebbe definire un deserto giudiziario e all’interno di un piccolissimo bar (100 avvocati, 300 volte meno che a Parigi: un altro mondo!)

Nessuna esperienza, nessuna clientela, nessuna rete: sarei stato uno di quegli avvocati che appendono il vestito dopo un anno?

Per uscirne ho dovuto tirare fuori i remi e adottare una sorta di approccio imprenditoriale.

Anche se la situazione tende a cambiare, mi dispiace che il termine “imprenditore” non faccia necessariamente parte del DNA della nostra professione.

Tuttavia, sembra essere uno dei segreti del successo dei nostri fratelli maggiori. Per esempio, Corinne Lepage ha risposto a una giornalista che le ha chiesto se doveva gestire il suo studio legale come un imprenditore, che non sapeva “come fanno quelli che non lo fanno”.

Quella frase mi è entrata in testa e mi ha guidato.

Ecco perché sono felice di poter condividere la mia esperienza di avvocato d’impresa.

Vi offro quindi una serie di articoli che spero vi aiutino ad avere successo nella vostra installazione, che siate stati o meno collaboratori.

Condividerò con voi i miei stati d’animo e il mio stato d’animo, il modo in cui ho definito la mia offerta, le leve di comunicazione, gli strumenti di gestione che facilitano la mia vita quotidiana e il modo in cui gestisco la parte finanziaria e amministrativa.

Definire la vostra offerta, il primo passo essenziale

“Vedrai, i clienti sceglieranno te”, “Dovrai prendere tutti i file che arrivano”. Queste sono le parole gentili e/o preoccupate che alcuni dei miei colleghi mi hanno detto.

Nonostante la mia limitata esperienza, sapevo perché ho frequentato la facoltà di legge. Sapevo anche quello che non potevo e soprattutto non volevo fare. Per me era fuori discussione entrare nel diritto penale, commerciale e del lavoro.

Non mi ero costituito come avvocato indipendente in modo che i miei clienti potessero dettare le mie scelte.

Così mi sono detto che avrei fatto di tutto perché i casi da me trattati mi andassero bene e che la mia attività non sarebbe stata modellata dai miei clienti, ma da me, al servizio dei miei clienti. Così ho deciso, passo dopo passo.

Le prime domande da porsi sono: “chi sono e cosa mi spinge? Qual è la mia formazione iniziale? ».

Chi sono? Cosa mi spinge?

L’idea di praticare l’urbanistica e il diritto ambientale mi è venuta subito in mente.

Poco prima di trasferirmi in questa piccola città in una zona semi-rurale nel bel mezzo di una massiccia urbanizzazione, ero diventato molto consapevole dell’ambiente e avevo fatto un (quasi) zero rifiuti nella mia vita quotidiana.

Come avvocati, in tutti i settori, abbiamo la fortuna di poterci mettere a volte al servizio di cause (o persone) che daranno più significato alla nostra professione.

Ognuno di noi ha necessariamente qualcosa che ci sta a cuore e che potrebbe dare un colore particolare ad almeno una parte della nostra attività, permettendogli di differenziarsi. A proposito, questa coerenza è un buon modo per essere ogni giorno più felici e più efficienti 🙂

Qual è il mio background? Devo approfondire alcuni aspetti?

Fino al master, siamo tutti generalisti. Ci siamo specializzati un po’ al livello del maestro. Ovviamente, la mia formazione in diritto amministrativo generale, seguita 6 anni prima, non sarebbe sufficiente per permettermi di esercitare la professione in urbanistica e diritto ambientale.

Appena mi sono insediata, ho quindi deciso di formarmi in diritto rurale con una laurea universitaria e poi di andare oltre con un secondo Master 2 in urbanistica e diritto ambientale.

Questa formazione mi ha dato fiducia, mi ha aperto molte porte e mi ha fatto incontrare grandi persone.

Differenziarsi

Un’offerta precisa e specializzata vi contraddistingue. Vi rassicurerà tanto quanto rassicurerà il cliente.

I giorni degli avvocati generali sono finiti. L’aumento della concorrenza e la crescente tecnicità di molti soggetti semplicemente non lo permettono più.  Non dimentichiamo che i casi che accettiamo riguardano la nostra credibilità e la nostra responsabilità nei confronti del cliente.

Una volta definito il “dominante” per l’attività del vostro studio, andate oltre, dettagliatelo: per tipo di caso (consulenza o contenzioso), per tipo di cliente (aziende, individui, enti locali, associazioni, ecc.).

Siamo fortunati ad essere indipendenti. Approfittiamo di questa opportunità per scegliere l’area che ci piace di più e che ci interessa di più.

Naturalmente, il passo successivo è assicurarsi che il vostro desiderio soddisfi una richiesta o un bisogno! Ne parlerò nel mio prossimo articolo.